Blog

TANTI CONIGLIETTI SPECIALI!

Un bel coniglietto

con fare sospetto

è venuto vicino

e all’orecchio mi ha detto:

“oggi è Pasqua e voglio dare

un sorriso da regalare

da regalare ad ogni bambino,

da regalare a chi è vicino”.

un sorriso non costa niente

ma fa contenta la gente,

porta un pò di felicità

a chi pace non ne ha.

Poi mi ha guardato

col nasino all’insù

mi ha fatto l’occhiolino

non lo scorderò mai più.

IMG_4134 IMG_4131 IMG_4120 IMG_4121IMG_4127

IMG_4133

BUONA PASQUA DA TUTTO LO STAFF DELLA NOSTRA SCUOLA!!!

ARRIVA NATALE!!!

Babbo Natale
quest’anno verrà
e nel suo sacco che ci sarà?
Treni blú, bambole grandi
Macchine rosse e telefoni gialli
E pennarelli di tutti i colori
Per fare un fiore nel cielo là fuori.
E adesso è ora di andare a letto
E mentre dormo tu scendi dal tetto
Per lasciare i doni a tutti i bimbi buoni.

BUON NATALE!!

!img_3845img_3842img_3847

LA FESTA DELL’AUTUNNO!

 

Cadono le foglie spinte dal vento
le guarda il bambino ed è contento
Di questo ballo improvvisato
Che le adagia piano sul prato.
Corre il bambino e le raccoglie
Può finalmente toccare le foglie
Gialle rossicce ed arancione
Sono i colori di questa stagione.
Ecco l’autunno è ritornato!
Lo dicono le foglie, gli alberi, il prato.

OGGI NELLA NOSTRA SCUOLA SI FESTEGGIA CON TANTE CASTAGNE E TANTI FRUTTI AUTUNNALI!!!CHE BONTA’!!!!!!!!

img_3655img_3654 img_3653 img_3652 img_3637 img_3636 img_3633 img_3632 img_3629

LA FESTA DEI NONNI!

I nonni

Ci sono delle cose
che solo i nonni sanno,
son storie più lontane
di quelle di quest’anno.
Ci sono delle coccole
che solo i nonni fanno,
per loro tutti i giorni
sono il tuo compleanno.
Ci sono nonni e nonne
che fretta mai non hanno:
nonni e nipoti piano nel tempo insieme stanno.
Bruno Tognolini
Alex Haley

ECCO QUI I LAVORETTI CHE I NOSTRI BIMBI HANNO REGALATO AI PROPRI NONNI!

img_3618-copiaimg_3626img_3624img_3622img_3621img_3628img_3620

 

BENVENUTI!!

 

 

img_3602img_3612

Buon anno Scolastico a tutti!

Buon anno a chi già c’era

e a chi è appena arrivato…

Buon anno a chi teme le novità

e a chi è sempre pronto alle sfide del cambiamento…

Buon anno a chi è andato

Buon anno a chi è rimasto

Buon anno a chi vive la scuola , a chi ci crede e a chi è convinto che sia POSSIBILE…

Buon anno a chi ha voglia di ESSERCI!!!

BRR… ARRIVA HALLOWEEN!!!

 

12202547_955138061224426_1901676302_n12188276_955138037891095_2085726814_n 12180116_955138047891094_216637639_n 12202425_955137997891099_1873369859_n 12202274_955138021224430_1310762824_n 12200876_955137987891100_622856703_n 12200716_955138041224428_1834382740_nCon il passare dei giorni si arriva ad Hallolween ed anche se non è una festa che propriamente ci appartiene, ci fornisce utili spunti per lavorare sulle emozioni; per sdrammatizzare le paure che i bambini vivono.Addobbi, racconti, realizzazione di lavoretti a tema rendono tutto più concreto. Infatti quest’anno arriva nella Scuola Maria Montessori di Altamura, una strega spiritosa accompagnata da uno strano gatto nero che insieme animeranno una fantastica festa!!!

W L’AUTUNNO!!

Anche nella Scuola Maria Montessori di Altamura è arrivato l’autunno con tanti scoiattoli e tanti ricci…cosi il 23 settembre abbiamo pensato di accogliere l’autunno con tante decorazioni e uno racconto speciale :

L’ALBERO DORME

Un bambino molto piccolo non aveva mai visto un albero perdere le foglie.
“Oh” esclamò, quando vide il bell’albero spogliato “mi dispiace che tu sia diventato così! Eri tanto bello!”.
“Non ti rammaricare!” rispose l’albero “Ho perduto la mia veste verde, ma non per sempre. A primavera le foglie ritorneranno e torneranno anche i fiori e i frutti. E tutto sarà come prima”.
“E durante l’inverno che cosa farai?” chiese il bambino.
“Nulla farò” rispose l’albero. “Mi addormenterò di un sonno lungo lungo e così non sentirò il freddo. Ma a primavera mi risveglierò e sarà una bellissima cosa”.
“Verrò a svegliarti io!” disse il bambino. “Ti assicuro che non me ne dimenticherò”.
“Non importa” replicò l’albero allegramente “Non importa che tu venga. Ci penserà il sole, ci penseranno gli uccellini a svegliarmi”.
“Bene” disse il bambino “ma io verrò lo stesso e batterò le mie manine sul tronco”.
L’albero rise dell’insistenza dolce del bambino, poi ebbe un lungo brivido e si addormentò.
M. Menicucci